Studio Dentistico
Dott. Andrea Dobbiani

Grazie alla prevenzione bambini con meno carie

E’ il risultato dell’iniziativa “Sorridiamo a Gradisca” che da quattro anni coinvolge quasi 200 studenti della scuola elementare “Dante Alighieri”.

Di Luigi Murciano

001.jpg

E’ stata un’iniziativa-pilota in Italia. E continuerà a crescere, allargandosi dalla scuola elementare anche alle medie e pure al mondo della terza età.
“Sorridiamo a Gradisca”, il progetto di prevenzione dentale realizzato nella scuola da alcuni medici odontoiatri della cittadina isontina, continua a mietere ottimi risultati. Ideato e coordinato dal dottor Andrea Dobbiani, con il sostegno della Clinica odontoiatrica dell’Università di Trieste, dell’Organizzazione mondiale della Sanità e degli assessori alla sanità ed all’istruzione del Comune, il progetto sta coinvolgendo da un quadriennio i circa 200 ragazzi della scuola elementare dell’Istituto comprensivo “della Torre” di età compresa fra i 6 e gli 11 anni. Ed è approdato al penultimo anno del suo percorso quinquennale.
Un aggiornamento sui risultati ottenuti è stato presentato nella sala consiliare di Palazzo Torriani dallo stesso Dobbiani e dal dottor Roberto Di Learda (direttore della Clinica odontoiatrica di Trieste) alla presenza fra gli altri del sindaco della Fortezza, Linda Tomasinsig, del Presidente della Commissione odontoiatri di Gorizia, Paolo Coprivez e di Raffaela Zoratti, del Comitato direttivo internazionale per la promozione della salute, network internazionale che segue con interesse lo sviluppo del progetto.
Lo scopo di “Sorridiamo a Gradisca” è quello di educare i ragazzi alla prevenzione ed al contempo svolgere un accurato studio epidemiologico sulle patologie degli alunni e sulla loro evoluzione attraverso l’utilizzo di comportamenti corretti.
La Clinica odontoiatrica dell’Università di Trieste garantisce la raccolta, l’analisi e lo studio dei dati anamnestici. Dal 2011 ad oggi i giovanissimi alunni sono stati sottoposti ad un costante screening-gratuito della loro salute da parte dei medici dentisti gradiscani aderenti al progetto (gli studi Dobbiani, Casciaro, Gregorig, Seculin, Visintin) in modo da prevenire le più comuni patologie, e hanno seguito in classe, con il determinante aiuto degli insegnanti, delle lezioni sulla prevenzione, sulla corretta igiene oro-dentale e sull’alimentazione.
Interessante sarà il confronto dei dati inerenti la salute oro-dentale dei bimbi che raggiungeranno l’ultima classe nel 2015 rispetto ai loro coetanei ai tempi dell’inizio del progetto. Proprio a loro, attualmente in quarta, è stata dedicata una simpatica “gara” di igiene dentale che ha avuto risultati sorprendenti.
Monitorati per due volte nel corso dell’ultimo anno scolastico, gli alunni gradiscani hanno dimostrato di avere assimilato le istruzioni sul corretto spazzolamento dei denti, addirittura dimezzando in pochi mesi gli indici di alcuni problemi quali la presenza di tartaro ed il conseguente sanguinamento delle gengive. In appena 4 settimane, grazie alle motivazioni della “gara”, la percentuale di bambini che, rispetto a quelli sani, stavano vivendo delle patologie o erano ritenuti soggetti a rischio si è addirittura ribaltata.
Il traguardo finale di “Sorridiamo a Gradisca” è contribuire al raggiungimento degli obiettivi indicati dall’Organizzazione Mondiali della Sanità, e cioè portare i bambini di oggi all’età dei 18 anni senza perdita di denti dovuta a carie o a malattia parodontale.
In ambito europeo l’obiettivo è niente carie per il 90% dei bambini di 5-6 anni entro il 2020: a Gradisca la statistica si attesta al 60% per i bimbi attorno ai 6 anni e cresce sino a percentuali molto confortanti grazie all’avanzamento scolastico e dello stesso “Sorridiamo a Gradisca”, dal momento che è oggettiva dopo 4 anni un’accresciuta consapevolezza da parte dei bambini sull’importanza della prevenzione e di una corretta pulizia.